Natale in Sicilia…

 

Come in tutti i paesi del mondo il Natale è una delle feste più attese in Sicilia.Tradizioni religiose, gastronomiche e folcloristiche si fondono. La preparazione al Natale inizia il giorno dell’ Immacolata Concezione, l’ 8 Dicembre. Le famiglie si apprestano ad abbellire la casa di centri, tovaglie e addobbi vari dal colore rosso, argento, oro al colore più in negli ultimi anni quale viola, lilla, rosa. I balconi si illuminano di luci di diverso colore e delle più bizzarre decorazioni. Ma queste luci non possono mancare anche all’ interno delle nostre case, luci che si intravedono  all’ esterno dalle finestre e porte. Sono quelle che utilizziamo per l’ albero di Natale e il presepe, addobbi che non possono mancare.  Gli stessi negozianti ancor prima dell’ Immacolata si affrettano a infondere il clima natalizio nella gente attraverso luci, fiocchi di neve adesivi attaccati alle vetrine, stelle di natale dinanzi l’ uscio e puppazzi di babbi natale che si muovono e suonano quasi a dare benvenuto ai clienti che entrano e a salutare quelli che escono felici, anche se un pò più poveri, per i regali acquistati, ma speranzosi che essi possano piacere ai propri figli, genitori, fidanzati, fratelli, amici e amanti.

In tutto ciò non può mancare l’ impegno più o meno diffuso di partecipare alle novene e alle cerimonie religiose che ricordano da un lato  ai cristiani l’ importanza vera del Natale quale giorno di nascita di Gesù, giorno in cui si è manifestato all’umanità un Dio non più distante ma che si rivela al mondo e vi rimane fino alla fine dei tempi e  dall’ altro ai laici l’ importanza della famiglia e della solidarietà.

A simboleggiare l’arrivo delle feste vi è anche il fiorire di Presepi, di diverse fogge, tipi e materiali come il legno, l’oro, l’argento, l’avorio ed il corallo che troviamo in molte località. Antica tradizione risalente al XVI secolo, questi ultimi sono la rappresentazione iconografica per eccellenza del Natale. Interi paesi si trasformano in presepi dal vivo, dove gli abitanti tra il suono delle zampogne ed i canti delle Novene, , si vestono di antichi abiti ed inscenano antichi mestieri. Il più antico di questi è quello di Custonaci, in provincia di Trapani, all’interno della grotta di Mangiapane. A Longi, in provincia di Messina, i presepi sono accompagnati da canti dialettali natalizi e a Caltagirone si realizzano fantastici presepi di ceramica. A Riposto, ogni anno, viene rappresentato un presepe vivente con gli anziani del luogo i quali si prestano a essere attori per un giorno e indossano i tradizionali costumi di un borgo caratteristico come Riposto. Non a caso, una volta ammirato il bambin Gesù, la nostra attenzione sarà rivolta al personaggio che lavora la pietra lavica, a chi realizza le ceste,  a chi le reti da pesca, a chi è affaccendato alla produzione del vino, tutti elementi che di fatto rappresentano le origini della piccola cittadina.

Non mancano poi le tradizioni culinarie. Si presentano a tavola le tipiche pietanze del luogo: l’impanata, variante del pastizzu, tipico piatto siciliano della provincia di Caltanissetta, lo sfincione particolare pane consumato a Bagheria in provincia di Palermo, il pasticcio di Natale della città di Noto, o il timballo di riso, piatto natalizio della Sicilia orientale.La pasticceria è un trionfo di dolci a base di pistacchio, mandorla, miele, cannella e zucchero, ed ancora cioccolata, vaniglia e ricotta. la cassata che richiede ingredienti come il pan di spagna, la crema dei cannoli e la glassa di zucchero. Altri dolci siciliani natalizi sono il buccellato, il torrone come la cedrata, ottenuto cucinando scorze tritate di cedri ed arance insieme a miele, cannella e vaniglia.

Ecco la ricetta della schiacciata tuma e acciughe di Catania, piatto presente nelle nostre tavole la notte di natale o Capodanno.

Ingredienti
1 kg farina di semola (rimacinata per panificazione)
50 grammi lievito di birra
Un cucchiaio di zucchero
20 grammi di sale
Acqua tiepida
2-3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva

Ingredienti per il condimento
400 grammi di tuma tagliata a fette
5-6 acciughe salate (dissalate e diliscate)
Olio extravergine d’oliva
Pepe abbondante macinato al momento

Procedimento
Per l’impasto vi consigliamo l’uso di una planetaria con l’attrezzo a gancio, tuttavia potrete lavorare anche manualmente. Setacciare la farina nell’apposito cestello (o sul  piano di lavoro) e unire il lievito spezzettato con lo zucchero. Mettere in funzione la planetaria (o le mani!) e unire circa  due dl di acqua. Far lavorare e non appena la farina avrà assorbito tutta l’acqua e, man mano che la pasta va amalgamandosi, verificare se necessita ancora di acqua (l’impasto, alla fine dovrà essere piuttosto morbido ma non troppo). Aggiungere poco per volta l’olio e quando sarà assorbito dall’impasto aggiungere il sale e farlo amalgamare.  Con l’impasto ottenuto formare una palla, infarinatela, praticare un taglio a croce nella parte superiore e metterla a lievitare, coperta con pellicola da cucina, per un paio d’ore in un luogo tiepido.
Trascorso il tempo, stendere la pasta, su di un foglio di carta da forno, in un strato sottile (magari aiutandovi con un matterello), non perdendo di vista che la sfoglia sarà il contenitore del condimento e quindi non dovrà prevaricarlo, in breve, non vi dovrà essere molta mollica. Ricavare due dischi e depositare il primo, su una teglia foderata di carta da forno, e spennellarlo con l’olio. Ricoprire il disco con il formaggio affettato, le acciughe spezzettate e una generosa spolverata di pepe. Ricoprire il tutto con il secondo disco e sigillare i bordi in modo che, i due lembi sovrapposti e chiusi a cordoncino, non consentano la fuoriuscita del ripieno. Infine spennellare la parte superiore della scacciata con una emulsione di acqua e olio in ugual quantità e mettere in forno preriscaldato a 220° per circa quaranta minuti. Controllare di tanto in tanto e sfornare a completa doratura (è bene farlo perché la temperatura da un forno all’altro può variare).

 E allora Buon Natale a tutti!!!

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...